Anticorpi per la crisi

L'espressione creativa come mediatrice fra persona e mondo

Giovedì 9 Novembre 2017 ore 17.00 - Via Savoia, 13/15 Roma

 

Intervengono:

Ruggero Piperno, Daniele D'Orazio, Giuseppe Luoni, Marco D'Eramo e Francesco Reposati.

 

LocandinaAnticorpi

La giornata di mobilitazione «AD ALTA VOCE - Contro la povertà e le disuguaglianze» in 50 città lanciata dalla Rete dei Numeri Pari, che unisce centinaia di realtà in tutta Italia impegnate contro la povertà. Il cuore della mobilitazione sarà a Roma, con la presenza di Don Luigi Ciotti, in piazza San Giovanni Bosco, luogo diventato tristemente famoso per i funerali di Vittorio Casamonica. Ed è qui che da 5 anni è attiva una “tenda contro la crisi” per dare sostegno ai cittadini in difficoltà. Raddoppiano i numeri della povertà relativa (9 milioni di persone) e triplicano quelli della povertà assoluta (5 milioni). Triplica anche il numero dei miliardari – 342 nel nostro paese – a riprova del fatto che il problema non è l’assenza di ricchezza o di crescita bensì di redistribuzione della ricchezza, modelli industriali scelti, regimi fiscali e politiche sociali. A causa dell’austerità e dei tagli alla scuola pubblica oggi l’Italia è il peggiore paese per dispersione scolastica (17,6%), per impoverimento della popolazione giovanile, quello che ha investito meno di tutti in istruzione e cultura, che ha il maggior numero di precari e con la peggiore distribuzione della ricchezza insieme alla Gran Bretagna. A trarne beneficio sono le mafie che hanno visto accresciuto il loro potere di penetrazione e ricattabilità all’interno di una società sempre più povera, fragile e impaurita. Dopo tanti anni di austerità e crisi, anche nel nostro paese – come già avvenuto in Portogallo, Grecia, Spagna – abbiamo compreso che solo grazie alla mobilitazione dal basso costruita dai cittadini e dalle realtà sociali impegnate contro la povertà e le mafie, per l’accoglienza, i diritti sociali, la casa, sarà possibile invertire la rotta e rimettere al centro l’impegno per la giustizia sociale. Solo se alzeremo la voce tutte e tutti insieme in piazza sarà possibile rimettere al centro dell’agenda politica la possibilità di migliorare la condizione materiale ed esistenziale di chi sta peggio. Il 14 ottobre è giunto il momento di tornare in piazza AD ALTA VOCE per dare forma e sostanza alla speranza.

 0001 1

 

 

 

 agora

Città Metropolitana di Roma Capitale insieme alla Scuola del Sociale hanno organizzato una giornata formativa per approfondire il tema del cosiddetto "Dopo di noi", concernente la "Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare.

 

Quando:

7 Luglio 2017

dalle ore 9.30 alle ore 13.30

 

Obiettivi:

L’obiettivo formativo è orientato alla conoscenza degli strumenti introdotti dalla Legge 112/2016 e regolamentati dal successivo Decreto applicativo, considerando anche il ruolo riservato alle Regioni in termini di programmazione e di effettiva declinazione degli obiettivi di servizio.L’approfondimento è particolarmente rilevante per il ruolo che nel futuro scenario assumeranno gli operatori sociali, gli addetti agli sportelli informativi, i leader associativi, i volontari o i soci di organizzazioni del terzo settore, ma anche per le nuove opportunità riservate alle persone con disabilità e ai loro familiari.


Contenuti:

La Legge 22 giugno 2016, n. 112/2016, “Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare”; lo scenario, l’iter e l’impostazione.

Le finalità, gli obiettivi, i beneficiari, il Fondo e gli indirizzi applicativi.

Il Decreto Ministeriale 23 novembre 2016, “Requisiti per l’accesso alle misure di assistenza, cura e protezione a carico del Fondo per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare, nonché ripartizione alle Regioni delle risorse per l’anno 2016”.

La valutazione multidisciplinare dei beneficiari.

Il piano personalizzato e il budget di progetto; ruolo della persone e dei servizi.

Le soluzioni alloggiative (criteri e finanziabilità).

I sostegni per l’abitare.

L’accompagnamento; la consapevolezza; la promozione dell’autonomia.

La gestione delle emergenze e la deistituzionalizzazione.

Gli adempimenti regionali: piani e progetti.

Aspetti positivi e criticità.

 

Metodologia:

L’impianto complessivo della Giornata formativa mira a trasferire ai partecipanti conoscenze immediatamente applicabili per il lavoro di supporto e consulenza informativa alle persone con disabilità e ai loro familiari.


Scarica il programma completo: Programma "Dopo di Noi"

 

 

 

Reti di cura

 

Mercoledì 21 giugno alle ore 9.00, presso l’Auditorium (via Rieti, 13) si terrà il convegno “Riprendersi: Reti di cura e disagio psichico” dove verrà presentata un’indagine esclusiva sulla salute mentale promossa dalla Fondazione Internazionale Don Luigi Di Liegro e dalla Fondation d’Harcourt.

 

L’esperienza fin qui acquisita dalla fondazione, da molti anni impegnata nella realizzazione di attività a sostegno di persone con disagio psichico e i loro familiari nell’area romana e laziale, ha permesso di maturare un patrimonio di competenze, di risorse umane specialistiche e di conoscenze approfondimento della realtà del territorio. Da tutto questo emerge che il disagio mentale è in aumento in tutte le fasce di età e a ogni livello socio-economico.

 

L’indagine di ricerca “Reti di cura e disagio psichico” ha lo scopo di affrontare il fenomeno del disagio psichico nella città di Roma, andando a rilevare e valutare il rapporto tra bisogni degli utenti e offerta pubblica dei servizi interpellando tutti i protagonisti coinvolti.

 

Scarica il programma completo: Riprendersi: Reti di cura e disagio psichico PDF

 

 

 

 
Aelleilpunto.it - Tutti i diritti riservati - Servizi Web Marketing