Traccedelvivereinsieme

 

Tracce del vivere insieme è una raccolta di scritti e riflessioni sul lavoro clinico riabilitativo con il disagio mentale. Far vivere i pazienti sul territorio come liberi cittadini è una sfida che gli operatori della Cooperativa Aelle il Punto hanno abbracciato da diversi anni e che ha portato brillanti risultati, in linea con i processi di de-istituzionalizzazione e di riappropriazione di spazi di vita, contribuendo altresì ad un abbattimento del numero dei ricoveri e ad una minore spesa per la collettività. Lavorare, pensando e mentalizzando, sugli “oggetti” della quotidianità, attraverso una pratica esplorativa/operativa, ricostruire storie, affrontare stati d’animo, ricordi, elaborazioni luttuose, immergendosi nella trama di relazioni e nelle problematiche economiche, permette di elaborare situazioni personali drammaticamente incistate per favorire processi d’integrazione del Sé, restituendo abilità, conoscenza e speranza.

 

Clicca qui per scaricare e leggere Tracce del vivere insieme

 

 

 quifabene

 

Questo numero monografico dei quaderni di ricerca della coop sociale Aelle il Punto è dedicato ai bisogni di cura dei rifugiati vittime di violenze, torture ed esperienze traumatiche ed alle risposte che il sistema d’accoglienza e la rete dei servizi mettono in campo. Un excursus inevitabilmente parziale e non esaustivo, frutto principalmente della trama di relazioni intessute negli anni di lavoro in questo ambito con colleghi ed amici collocati in alcuni nodi importanti della rete che, a nostro avviso, esprimono modalità e strategie d’intervento interessanti ed efficaci.

 

 

 

 

Qui fa bene - tratto da cronachediordinariorazzismo.org

Qui fa bene: è il titolo del numero monografico dei quaderni di ricerca realizzati dalla cooperativa sociale Aelle il Punto, dedicato ai bisogni di cura dei rifugiati vittime di violenze, torture ed esperienze traumatiche, e alle risposte che il sistema d’accoglienza e la rete dei servizi mettono in campo. Qui fa bene: dove Qui sta per Kairos, progetto pilota – inserito nel sistema Sprar – nato nel 2009 con l’obiettivo di verificare la fattibilità della presa in carico, da parte dello Sprar, dei rifugiati e richiedenti asilo che manifestano livelli di malessere psichico non più gestibili nelle strutture d’accoglienza ordinarie.

Leggi tutto...

 
Aelleilpunto.it - Tutti i diritti riservati - Servizi Web Marketing