La Cooperativa lavora nei settori socio-assistenziale e sanitario mediante la gestione di servizi propri in accreditamento o in convenzione con gli Enti Pubblici, quali Aziende Sanitarie Locali, Comuni e Municipi. Le strutture accolgono persone con patologia psichiatrica seguite dai Dipartimenti di Salute Mentale. La richiesta di inserimento deve essere pertanto inoltrata al Centro di Salute Mentale del Municipio di appartenenza.

 

Strutture Residenziali Terapeutico-Riabilitative (SRTR)

Descrizione: Le SRTR sono Comunità ad alta intensità assistenziale sulle 24 ore. Le finalità delle SRTR sono quelle di promuovere processi psicologici evolutivi e di offrire un servizio educativo, socio-riabilitativo e assistenziale volto al miglioramento delle condizioni psico-patologiche degli utenti ospitati nella SRTR. Le attività rivolte a favorire e potenziare l’autonomia degli ospiti sono: attività di supporto alla autogestione della propria salute, alla cura personale e dei propri spazi, gite, visite culturali.
Destinatari: Le SRTR accolgono persone con disagio psichico grave seguite dai DSM, per le quali non risulta essere sufficiente un intervento di tipo ambulatoriale, domiciliare o semi-residenziale.

 

Strutture Residenziali Socio-Riabilitative (SRSR)

Descrizione: La Struttura Residenziale Socio-Riabilitativa è una struttura inserita nel normale contesto urbano (appartamento o villino) in cui l’assistenza viene erogata a fasce orarie e rappresenta un domicilio per l’utente che lo abita, un ambiente attivatore di potenzialità e possibilità ove acquisire una sempre maggiore autonomia personale, recuperare la dimensione abitativa, sviluppare competenze sociali e relazionali adeguate che facilitino la progressiva uscita dal circuito psichiatrico e il reinserimento nel tessuto sociale del territorio.
Destinatari: Le SRSR accolgono persone con disagio psichico seguite dai DSM, con un grado di stabilizzazione della patologia e con sufficienti livelli di autonomia nella gestione della vita quotidiana, che necessitano un intervento assistenziale di tipo residenziale in un ambiente comunitario di tipo familiare, nelle sole ore diurne, per un periodo di tempo medio-lungo.

 

Case Famiglia e Appartamenti personalizzati

Descrizione: Il servizio erogato dalla Cooperativa nei progetti abitativi ha la finalità di supportare il progetto del CSM. di cura e di riabilitazione degli utenti con disagio psichico. In questa ottica, queste soluzioni abitative sono uno strumento della prassi riabilitativa che, attraverso il modello della residenzialità protetta, intende offrire uno spazio dove riscoprire la dimensione degli atti, degli avvenimenti e delle emozioni della quotidianità e della domesticità. Attraverso l’abitare, gli utenti sperimentano nuove relazioni, sviluppano altre capacità di comunicazione, apprendono competenze e comportamenti più adeguati. Il progetto è finalizzato alla costruzione e scansione di spazi e tempi personalizzati, idonei alle esigenze dei singoli, utili a ricreare i ritmi di una vita quotidiana serena ed equilibrata. Il contesto della casa stimola l’attivazione delle parti sane dell’utente, la proposta riabilitativa si fonda sull’incontro tra gli ospiti e gli operatori, sulla relazione ristrutturante, sulla vita di gruppo e sulla condivisione.
Destinatari: I pazienti residenti nelle case famiglia sono persone affette da patologia psichiatrica sufficientemente stabilizzata da consentire un discreto livello di autonomia e di assunzione di responsabilità.

 

Centri Diurni

Descrizione: Il servizio erogato dalla Cooperativa nei Centri Diurni dei DSM ha la finalità di supportare il progetto terapeutico-riabilitativo. I Centri Diurni sono un luogo intermedio di cura e possono offrire, a seconda delle loro peculiarità, attività terapeutico-riabilitative, pre-formative e formative. La finalità delle attività proposte sta nello sviluppo e nella attuazione di percorsi terapeutico-riabilitativi che consentano agli utenti l’acquisizione di abilità relazionali e sociali per una sempre maggiore autonomia personale, l’incremento dell’autostima e delle capacità volitive, stimolare la creatività individuale in luoghi esterni al contesto familiare, supportare attività di tirocinio e inserimento lavorativo in contesti con media protezione (cooperative e piccole imprese); ridurre il rischio di emarginazione e stigma.
Destinatari: Possono usufruire di tali strutture gli utenti del DSM per i quali si ritiene opportuno integrare il progetto terapeutico con attività socio-riabilitative strutturate in una dimensione di semiresidenzialità.

 

 

 

Approfondimenti:

L'ALTRO SOCIALE - Decontenzione, esito civile della contenzione di Fidalma Filippelli

L'INTERVISTA - Casa famiglia: a che serve, come funziona di Fidalma Filippelli

 

 

 
Aelleilpunto.it - Tutti i diritti riservati - Servizi Web Marketing